La mia storia piccolina

Mi piace

assistere a una jam session con un bicchiere di vino in mano, mangiare dolci al cucchiaio, il tango argentino, immaginarmi l’incredibile storia della gente che passa per strada, correre, gli ingegneri informatici.

Non mi piace

le discoteche con la selezione all’ingresso, la gente che non mangia, il concetto di leadership, chi confonde la sociologia con la psicologia, le palestre affollate, avere freddo, gli studenti di medicina.

Data la mia fama per non avere memoria, in questo blog vorrei appuntare quello che mi passa per la testa tra mattinate in un ufficio tutto nuovo, pomeriggi davanti a scuola e serate un po’ strane in un appartamento di matti.

La mia storia è piccolina come la mia autostima, che spalmata su un metro e settantacinque centimetri si sente un po’ persa. La mia storia è piccolina come la mia stanzina a Barcellona. La mia storia è piccolina perchè i miei sogni sono grandi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...